Entroterra romagnolo

Cesenatico, oltre all’offerta balneare, è un ottimo punto di partenza per chi desidera esplorare l’entroterra romagnolo, con tutte le bellezze naturali ed artistiche che qui si possono trovare ed ammirare. L’ideale è concedersi una bella gita in bici ma anche muoversi in auto per poi passeggiare tra le vie delle località , piacevole alternativa alle giornate in spiaggia.

Cesena

Capoluogo di provincia con Forlì, la città  di Cesena è collocata in una posizione unica visto che è vicino al mare, solo 15 km, ma allo stesso tempo immersa nel verde e nella natura. Nel centro città  si possono ammirare molte opere architettoniche sia civili che religiose come la Cattedrale di San Giovanni Battista, Palazzo Albornoz e Palazzo Chiaromonti. Da non perdere la città  vecchia e la Biblioteca Malatestiana.

San Marino

Stato autonomo arroccato tra le colline, San Marino si scorge fino da lontano grazie al castello che sovrasta tutta la vallata circostante testimoniandone la posizione strategica che ne ha mantenute intatte nel tempo tradizioni e usanze. Da non perdere l’artigianato locale che si basa sulla lavorazione dell’ambra e la fabbricazione di armi medievali come archi e frecce.

Santarcangelo

Santarcangelo grazie alla sua posizione strategica lungo la via Emilia ha sempre rivestito una particolare importanza per la Romagna. Da non perdere durante una visita alla cittadina la Porta del Capannone Vecchio e quella Cervese, la Rocca Malatestiana. Questa località  è nota per aver dato i natali a Tonino Guerra, al quale è dedicata una Fontana, e a Papa Clemente XIV al quale è dedicato l’arco monumentale.

Forlì

Capoluogo di provincia con Cesena, Forlì non è molto vicina alla costa anche se la sua peculiare ubicazione ne ha determinato l’importanza durante la storia. Situata ai piedi dell’Appenino Tosco emiliano, la città  conta molte chiese e palazzi anche se le costruzioni più caratteristiche rimangono le mura e le antiche porte di ingresso alla città .

Castrocaro Terme

Castrocaro Terme, il cui nome completo sarebbe Castrocaro Terme e Terra del Sole, è una località  molto caratteristica della Romagna che si compone di tre distinte frazioni Castrocaro Terme, Terra del Sole e Pieve Salutare. Questa località è molto nota per lo stabilimento termale noto fin dall’antichità  e per il Festival che scopre nuovi talenti.

Predappio

Città  nota soprattutto per aver dato i natali a Mussolini, Predappio è molto interessante da visitare per vedere le sovrapposizioni della storia al suo interno e lo sviluppo delle varie frazioni che ne ha determinato la particolare costituzione.

Valle del Savio

E’ la valle dove si trova Cesena che si sviluppa lungo il corso di quello che con 126 km di lunghezza è il fiume più lungo della Romagna, ossia il Savio. All’interno della valle si trovano anche le saline di Cervia e gli stabilimenti balneari della cittadina.

Valle del Bidente

La valle prende il nome dall’omonimo fiume ma è molto famosa per i ritrovamenti archeologici che qui si sono avuti. In particolare sono stati ritrovati i resti di ville romane e acquedotti nonché del capoluogo di epoca romana che fu poi sostituito da Forlì.

San Leo

E’ forse la città  d’arte romagnola più visitata e ammirata grazie alle numerose opere architettoniche che is trovano al suo interno come il Duomo e il Forte di San Leo e la Pieve di santa Maria Assunta. Con Urbino è considerata la Perla del Montefeltro.

Ravenna

Città  dalla lunga storia, Ravenna sicuramente racchiude dei tesori artistici che meritano di essere visti almeno una volta. L’opera più imponente è il Mausoleo di Teodorico ma vi sono anche molte altre opere architettoniche di stampo religioso che ne tracciano le fasi storiche e ne definiscono la bellezza suggestiva e affascinante. Da non perdere le botteghe dei mosaici, tipici prodotti dell’artigianato locale.

Alberghi di Cesenatico Consigliati